Tavoli da pranzo

 

Un tavolo per pranzare e non solo 

 

Ognuno di noi in casa ha degli oggetti a cui è particolarmente legato. Per tanti si tratta del tavolo da pranzo, che spesso non viene neanche utilizzato per cenare o pranzare tutti insieme. Per esempio, è una superficie perfetta per fare lavoretti di bricolage con i bambini. La ricerca del modello dei sogni purtroppo è tutt’altro che facile, perché di tavoli da pranzo ne esistono di ogni stile e forma: rotondi, rettangolari, quadrati o stravaganti, e sono solo alcuni degli esempi possibili. Per non smarrirsi nella giungla dei tavoli è essenziale seguire un iter ben preciso. 

Cosa vogliamo da un tavolo? 


La prima domanda da farsi riguarda le dimensioni. Infatti, sono poche le persone a cui basta un tavolo a colonna salvaspazio; chi è alto ha bisogno di spazio sufficiente per le gambe e nella scelta si orienta piuttosto verso un tavolo a 4 gambe, che essendo montate ai lati non danno fastidio. Anche l’altezza è importante, in media gli acquirenti la preferiscono di 70-80 cm. Una volta stabilite le dimensioni, si può definire lo stile. 

Ed è tutta una questione di gusti: mentre alcuni apprezzano il design vintage, altri preferiscono linee classiche o uno stile rustico. La cosa importante è acquistare anche le sedie insieme al tavolo in modo da creare un effetto uniforme. Solo se questi due elementi d’arredo sono abbinati tra loro, riescono a integrarsi bene in uno spazio. 

Come scegliere il materiale giusto? 

La scelta del materiale è senza dubbio un altro punto importante. Le soluzioni di base solitamente sono il vetro e il legno, anche se in realtà, soprattutto nel caso del secondo, le possibilità sono innumerevoli. Naturalmente il tipo di materiale incide anche sul prezzo, un tavolo di legno impiallacciato, per esempio con il piano in MDF rivestito con un foglio di vero legno, rientra sicuramente tra le soluzioni più economiche. L’effetto finale è molto convincente e il peso non è molto diverso da quello del legno massiccio. Sono entrambi stabili anche se il legno massiccio rimane pur sempre legno massiccio. Se visto a lungo termine, un tavolo con le sedie in quercia o in noce è decisamente più resistente, sebbene l’investimento richiesto sia maggiore. Il budget a disposizione ha un suo peso, per questo il legno impiallacciato è perfetto per chi deve risparmiare. 

Soluzioni per allungare il tavolo 

I tavoli da cucina o da pranzo spesso si possono allungare con una prolunga. In questo modo si aumenta la superficie per gli ospiti inattesi e non solo. Va da sé che il colore della prolunga deve necessariamente riprendere quello del tavolo (il più delle volte bianco) per creare un effetto cromatico uniforme. E una volta che gli ospiti se ne sono andati, possiamo toglierla facilmente. Questa soluzione, ideale per le piccole stanze, è sempre più diffusa in un’epoca come la nostra, in cui l’aumento degli affitti e delle spese è sempre in agguato. 

Il tavolo da pranzo è più di un semplice mobile 

Si tratta di un pezzo d’arredo con un suo fascino, capace di creare un magnifico effetto trasformando il soggiorno o la cucina in una stanza tutta nuova. L’acquisto non può essere paragonato alla spesa giornaliera nel supermercato, ci vogliono molto più impegno e concentrazione. Una volta trovato quello giusto, la soddisfazione sarà grande e gli apprezzamenti degli ospiti non vi lasceranno certo indifferenti. Il tavolo da pranzo ha un ruolo di primo piano nell’arredamento di una casa.